fbpx

Panorami

Oggi è il giorno in cui gelo dentro e occhi bui
Oggi è il giorno in cui non c’è niente che vorrei
Oggi è il giorno in cui sono morto
Il giorno in cui non c’è più vita qui intorno
Oggi è il giorno in cui nulla ha senso
E sento vuoto dentro me
 
Oggi è il giorno in cui cediamo i sogni all’agonia
La paura spazza via ogni futuro in cui sei mia
 
Ora tutto cambia
Il buio avvolge l’aria
Ora non c’è luce
È persa tra le tenebre
 
Ora è tutto in mano al vuoto che c’è dentro te
Ma sarò al tuo fianco e lotteremo insieme
 
Non mi voglio rassegnare al gelo che ho dentro le vene
La promessa dell’amore non può cedere al dolore
Non posso morire adesso perché sento ancora in corpo
Il segno che c’è ancora posto e il segno è chiaro, un brivido
 
Prendo la tua mano e imploro di fidarti del destino
Vinceremo ancora insieme se mi stringi e stringo te
Il sole arriverà di nuovo
Una promessa, rimaniamo
E guarderemo un altro giorno
E guarderemo panorami
 
Ora che son morto posso vivere di più
Ora che ti ho persa so che non ti perdo più
 
Torna qui tra le mie braccia
Mi disseterà una goccia
Mentre copro la tua spalla
E dormirai vicina a me
Chiamami ancora una volta
Un bacio sopra la tua guancia
Stiamo nella stessa doccia
Nudi e fragili io e te
 
Labili, tiepidi, rapidi, lucidi, attimi, dubiti che cieli limpidi possano esistere in tempi difficili
Ti mostrerò che noi siamo di più
Veri, impeccabili, comici, semplici, magici, giurami, amami, svegliati, alzati, prendimi, affacciati, guardali
Ne avremo ancora per l’eternità
 
E quando la vita ti spezza
Ti dice che non è abbastanza
Tu falle capire che sbaglia
Tu provale che la realtà è fatta da chi non si ferma
Ai limiti dell’obbedienza
Ai vincoli della coscienza
Rispondi che siamo di più